consolamento

Data: 13 agosto 2014 Categoria:

l'eresia catara

I catari diffusero nel basso medioevo, e in particolare tra il 1150 e il 1250, un’eresia dualista che si fondava essenzialmente sul rapporto oppositivo tra materia e spirito. Le dottrine càtare vennero condannate come eretiche dalla Chiesa romana, prima ancora che essa, dopo il Concilio di Trento potesse definirsi Chiesa cattolica. I catari non furono duramente combattuti, come si crede generalmente, da Bernardo di Chiaravalle, il quale creò proprio per loro i “conversi”, corpo laico all’interno dei monasteri cistercensi, nei quali essi potevano esprimersi nelle loro pratiche religiose. Egli guardava a loro con interesse: sebbene la loro predicazione non fosse accettabile da parte della Chiesa, il loro modo di vivere era encomiabile, fondato sull’esercizio di povertà, umiltà e carità. Era questo il fondamento della facile diffusione dell’eresia, poiché era più vicino alla povera gente di quanto non lo fossero gli alti prelati con le loro sottili discussioni teologiche.

Essi credevano nell’esistenza di due principi contrapposti, il Bene ed il Male, impersonificati rispettivamente dal Dio santo e giusto, descritto nel Nuovo Testamento, e dal Dio nemico o Satana.

L’anelito continuo, quindi, dello spirito, dalla sua dolorosa prigionia nel corpo dell’uomo, era quello di poter tornare un giorno da Dio Padre, cosa che i atari cercavano di fare attraverso il Consolamento, durante la loro vita, perché altrimenti sarebbero stati costretti a subire una continua metempsicosi (passaggio dello spirito da un corpo all’altro, anche animale), fino a potersi riunire di nuovo con Dio.

astensione dal dovere della carne

anno 2014

stampa su carta carta baritata

dimensione 50×35 cm – edizione di 7 + 2 ap

la dualità dl Bene e del Male

anno 2014

stampa su carta carta baritata

dimensione 50×35 cm – edizione di 7 + 2 ap

la novella di Giovanni

anno 2014

stampa su carta carta baritata

dimensione 50×35 cm – edizione di 7 + 2 ap

il rifiuto dell’Eucarestia

anno 2014

stampa su carta carta baritata

dimensione 50×35 cm – edizione di 7 + 2 ap

le fiamme della protesta

anno 2014

stampa su carta carta baritata

dimensione 50×35 cm – edizione di 7 + 2 ap